Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

mercoledì 1 novembre 2017

"Una piccola libreria molto speciale" di Ellen Berry

"Un odore di carta vecchia e stantìa si era propagato per l'ambiente. E poi c'era dell'altro: un ricordo delle cene dei giorni passati. Arrosti della domenica, salse corpose, budini al vapore ricoperti da una ricca crema pasticcera, (...) era una cosa familiare, quasi confortante"


Prima di raccontarvi la mia esperienza di lettura, vorrei porre la vostra attenzione sulla scrittrice Ellen Berry: originaria della campagna del West Yorkshire, vive a Glasgow con il marito e tre figli. Quando non scrive, adora cucinare una delle ricette dei suoi innumerevoli libri di cucina, che sono stati l'ispirazione per questa storia.
West Yorkshire, England foto qui
Siamo a Rosemay Lane, la via principale di una piccola cittadina dello Yorkshire.
Dopo la morte della madre, la signora Kitty che risolveva sempre i suoi problemi ai fornelli, Della Cartwright eredita i suoi libri di cucina, novecentosessantadue per l'esattezza, tutti preziosi e legati alla storia della sua famiglia. Della allora, dopo l'abbandono del marito e del trasferimento della figlia Sophie al college, decide di riprendere in mano le redini della sua vita e fare finalmente qualcosa per se stessa, esclusivamente per se stessa: decide di aprire una libreria. Non una libreria qualunque, ma una piccola libreria dedicata ai libri di cucina vintage, di quelli magari un po' macchiati con impronte oleose e infarinate, tracce di vita vissuta a pieno.
Saranno le persone che le sono state vicine nei momenti difficili ad aiutarla a realizzare il suo sogno, in cima a tutti la sua amica Freda, sempre pronta a sostenerla e incoraggiarla.
Ma ce la farà la nostra protagonista a reggere ai colpi di vento che riserva la vita? Della inizia a chiedersi se sia stata una buona idea catapultarsi in questa impresa. Cosa farà Della, ascolterà se stessa o le opinioni della propria famiglia?





"Una piccola libreria molto speciale" di Ellen Berry è stata una lettura piacevolissima, certo non si tratta di un capolavoro letterario, ma mi ha comunque stupito perchè è stato foriero di riflessioni, prima fra tutte quella di porsi sempre dalla parte dei desideri, come direbbe Baricco, di compiere un atto di coraggio per rivoluzionare la vita, per cambiare finalmente quello che rende insoddisfatti, come è accaduto a Della, la nostra protagonista, una donna sui cinquantanni che non ha avuto mai l'ardire di credere in se stessa, non perchè non volesse o non ne fosse capace, ma perchè forse non le è stato mai permesso di crederci fino in fondo. A un certo punto della sua vita, dopo l'abbandono di Mark, suo marito, e dopo che la figlia Sophie si è trasferita al college, Della inizia a riscoprirsi attraverso la necessaria fase del dolore, e viene a conoscenza di alcuni fatti del suo passato che le stravolgeranno in qualche modo la vita, come il mistero de Il Club delle ricette segrete.
Fanno da scenario alle vicende, l'amore per i libri di cucina, i paesaggi dello Yorkshire e gli odori... queste pagine sembrano ammantate dall'odore di caffè, piatti succulenti e dolci appena sfornati.
Le copertine, sia della edizione italiana che di quella inglese, sono entrambe molto attraenti per un cuore bibliofilo, probabilmente avrei preferito non stravolgere il titolo, mantenendolo secondo la traduzione letterale: "La libreria di Rosemary Lane", proprio per togliere quell'alone stucchevole che aleggia attorno ai titoli "acchiappialettori", nell'ottica di ampliare il target di età, il titolo in italiano sembra donare quel tocco di poesia che però poi non corrisponde allo stile della scrittura, che invece è molto semplice, fluida, diretta, senza fronzoli.
Una lettura confortante, divertente, che scalda il cuore e alleggerisce i pensieri.

sabato 7 ottobre 2017

"Calabria in cucina" di Valentina Oliveri



Tutti abbiamo i luoghi e i cibi del cuore, quei posti, odori, sapori che ti fanno sentire a casa, per me la Calabria è uno di quei posti magici e speciali.
"Calabria in cucina" di Valentina Oliveri, edito da SimeBooks, è esattamente questo per me, "ritrovarsi a casa": la semplicità delle piccole cose si amalgama perfettamente all'estro creativo. Ho avuto l'immenso piacere di poter assaggiare i piatti di questa straordinaria donna del Sud, una Musa per me, che mette passione e amore in ogni prelibatezza che ardentemente prepara, sin dall'idea del piatto in sé ancor prima della fase realizzativa finale.
Non potrò mai dimenticare il sapore dolce e speziato della torta alla crema bianca con la lavanda, la preziosa marmellata di fichi d'India, la torta al cacao preparata in onore del nostro amato Messico.
Ogni piatto cucinato da Valentina è una vera e propria esperienza, racconta una storia, ogni boccone é narrazione che pervade tutti i sensi, un rimando continuo ai sapori dell'infanzia, di una vita intera, quando ogni assaggio si fa ricordo, memoria, affetto, cultura, convivialità. É questo per me il concetto del cucinare, infondere ai commensali tutto l'amore per la cucina e la Oliveri ci riesce sia nei piatti che prepara che nelle descrizioni poetiche e accurate riportate in questo volume, corredato di foto incantevoli e fortemente evocative della Calabria terra di "conciliazione di opposti: il mare e la montagna, il grasso e il magro, l'ospitalità e la diffidenza, la ceremoniosità e la dura schiettezza, l'abbandono e il ritorno".
Alchimia presente nei piatti di Valentina Oliveri e trasfusa in questo libro bellissimo che ci fa sentire avvolti come in un abbraccio.
Tutti vorremmo poter degustare ancora i cibi buoni di una volta, quelli cucinati con pazienza e dedizione infinita dalle mani sapienti di mamme e nonne,quando il tempo era fortemente scandito dal ritmo delle stagioni.
In questo libro Valentina Oliveri ci presenta i sapori della sua Calabria mischiati alle tradizioni della sua famiglia, con particolare riguardo all'eredità culinaria ricevuta dalla madre, tesoro inestimabile.
Dal pane casereccio alla torta di rose e fragole, il volume presenta 80 ricette della tradizione (testi in italiano e inglese), volgendo attenzione ai prodotti tipici di questa terra straordinaria.

"Banchetti letterari" a cura di Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi

"Banchetti letterari" a cura di Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi, edito da Carocci editore, è un libro meraviglioso per chi come me è appassionato al tema del cibo come cultura, tradizione e folklore.
Lo sto leggendo con immenso piacere, ed avrei intenzione di preparare qualche ricetta letteraria prendendo spunto da queste pagine dense di magia.
"Banchetti letterari" è quel tipo di libro da avere sempre a portata di mano, da sfogliare e rileggere di continuo e immergersi, in tal caso, nei cibi, nelle pietanze e nelle ricette nella letteratura italiana da Dante a Camilleri.
Un piccolo gioiello letterario da custodire, tra la libreria e i fornelli.



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."