venerdì 24 agosto 2012

8 - Ho letto: Un indovino mi disse, Tiziano Terzani *****



La Trama
Nel 1976 un indovino cinese avverte Tiziano Terzani, corrispondente di " Der Spiegel" dall'Asia: "Attento. Nel 1993 corri un gran rischio di morire. In quell'anno non volare mai". Nel 1992 Terzani si sente stanco, dubbioso sul senso del suo lavoro. Gli torna in mente quella profezia e la vede come un'occasione per guardare il mondo con occhi nuovi. Decide di non prendere aerei per un anno, senza rinunciare al suo mestiere. Il risultato di quell'esperienza è un libro che è insieme romanzo d'avventura, autobiografia, racconto di viaggio e reportage.

La mia recensione
Sono appena tornata da un viaggio. Un viaggio fatto di parole e impressioni. Un viaggio fatto di Storia e di strade tortuose che s'intrecciano per formare un reticolo di eventi, che alla fine ha la forma di un cerchio.
Questo libro è un viaggio, dentro e fuori dall'Asia.
Un viaggio soprattutto dentro se stessi.
Ho dato la mano a Tiziano Terzani e la mia anima, come solo la Magia dei libri sa fare, ha vagato per quei luoghi assieme a lui. dal Vietnam alla Cambogia, dalla Birmania alla Cina e alla Thailandia in quella magica bellezza che è delle cose senza tempo.
La mia anima ne è uscita nutrita, arricchita, mutata. Ho imparato tante cose nuove e riscoperto cose sepolte dentro me, altre solo accennate e riaffiorate come fiori di loto sullo specchio di un fiume.
Ho imparato un pò di Storia su quella parte del mondo così misteriosa per noi occidentali. La Storia di quella parte di mondo che è sempre un pò complicata per noi, ma che Terzani spiega e riassume benissimo. E poi il male della globalizzazione che ci sta inghiottendo come un buco nero rabilmente, il tutto sullo sfondo della Magia, dei riti occulti, dell'esoterismo, di quei rituali popolari che, in fondo, fanno di tutto il mondo un paese! Tradizioni tramandate da secoli, che questo globo oramai omologato sta facendo sparire in nome di un male chiamato, in alternanza, "modernità" e "progresso".
Ho trovato il mio personale filo rosso, parola dopo parola. Anzi due: il tempo e il buddhismo.
La piacevole scoperta che per Terzani, così come ho avuto modo anch'io di constatare negli ultimi anni, che esistono, inevitabilmente, due tempi. Un tempo interiore, quello che ognuno, sente dentro e un tempo esteriore, dettato dalle convenzioni. Il "trucco" sta nell'equilibrio tra i due. Trovarlo il ritmo!
L'altro filo rosso è il buddhismo, ogni volta che ne ho trovato traccia in questo libro, il mio cuore si è sentito a casa, come riconoscesse una certa inspiegabile familiarità.
Questo libro per me è un segno del Destino, tanto per rimanere in tema.
"Dopotutto, uno è sempre curioso di conoscere il proprio Destino"
Destino a cui darei la forma dello Yin & Yang, l'armonia degli opposti. Che è in tutte le cose.

Un libro per chi ha sensibilità innata e sconfinata curiosità.
Un libro per chi sa aprire mente e cuore.
Un libro che ha il "potere" di farti un grande dono: occhi nuovi per guardare, in profondità, le cose e le persone.
Soprattutto te stesso.



3 commenti:

  1. Semplicemente, un capolavoro!

    RispondiElimina
  2. Lo avevo in lettura fino a luglio, poi l'ho dimenticato a Pisa -.- appena rientro la lo riprendo :) mi stava affascinando davvero molto. E la tua recensione mi ha fatto anche capire che devo assolutamente terminarlo!!

    RispondiElimina
  3. complimenti per il blog sui libri, ti ho aggiunta la mio elenco di blog preferiti.Adoro leggere e amo Terzani <3

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."