martedì 2 ottobre 2012

24 - Ho letto: Antigua, vita mia di Marcela Serrano *****

Autore: Marcela Serrano
Titolo: Antigua, vita mia
Titolo originale: Antigua, vida mia
Traduttore: Geroldi S.
Pagine: 294
Prezzo: 8,00
Editore: Universale Economica Feltrinelli
Data di uscita: 05/04/2002

Ci sono libri che arrivano dritti al cuore, senza prendere scorciatoie. Antigua, vita mia è uno di questi.
Marcela Serrano è maestra nel descrivere certe precise emozioni e nell'indagare l'animo femminile e in questo romanzo lo fa da manuale. E' un libro che trasuda passione, come il linguaggio ricercato scelto dall'autrice.

Josefa e Violeta due amiche di vecchia data, le cui vite si intrecciano, forti come anelli di una catena.
Si conoscono sin da bambine; la loro è un’amicizia solida, indissolubile, un incastro perfetto fra due persone complementari. Violeta, con il suo idealismo, la sua vulnerabilità, il suo sguardo a tratti ingenuo sul mondo; Josefa, con il suo pragmatismo, il suo disincanto, la sua razionalità.  Ma le loro differenze le uniscono, più che dividerle.
I fili rossi sono molteplici, man mano che si va avanti nella storia: il canto, i luoghi dell'anima e l'amore.
Due sono i luoghi che fanno da sfondo a questo romanzo: il Cile, inaridito nella modernità, e il Guatemala, ma soprattutto Antigua, La Bella addormentata dell' America Latina, ancora capace di offrire pace e serenità. Paesi che io amo particolarmente.

Alcuni quaderni di diario scritti da Violeta legano la narrazione che passa dall’una all’altra protagonista, facendo fare capolino al passato e dando un senso al presente.
Questa è la storia dolce e aspra di due donne che non sanno di essere forti, lo scoprono quando la tragedia s'imbatterà nelle loro vite ed allora risorgeranno. Ci riusciranno? Per saperlo bisogna immergersi nel blu profondo di ogni parola. Blu come malinconia ma anche ricerca di equilibrio.
Le loro vite s'intrecciano poi con la storia del Cile, dalla guerriglia alla modernità, perchè dopo il crollo del muro di Berlino del 1989 nulla è più uguale a prima.
Tramite la forza delle parole, riusciamo a scorgere i volti di Josefa e Violetta, a comprendere l'amore che nutrono per i loro uomini, riusciamo persino a sentire la Cantadora dell'America Latina riecheggiare come sottofondo, Violeta Parra.

 “MY LIFE IS A PAGE RIPPED OUT OF A HOLY BOOK
AND PART OF THE FIRST LINE IS MISSING”
“La mia vita è una pagina strappata a un libro sacro / e parte della prima riga è andata perduta”
(Adrienne Rich)
Nel libro si fa poi riferimento, con questa citazione, alla prima riga, alla ricerca delle proprie origini, attraverso la storia delle antenate delle due protagoniste, scoprendo sempre più di Josefa e Violeta.


E' un romanzo denso, ricco di vita , di emozioni da sentire sulla propria pelle.
Un romanzo da leggere e trattenere per sempre, ad altezza cuore.

Vi dono in assaggio questa citazione, una delle tante che ho sottolineato di rosso, come mio consueto.

"Ci sono persone che aspettano invano per tutta la vita una visione che non giunge mai. Non è facile, non basta volerlo.A me, davanti allo specchio capitò. Vidi che il mondo era immenso e mi sentii investita di un ardore incontenibile. Le ali."

Buona Lettura!

L'albergo delle donne tristi, altro capolavoro della Serrano. Recensione qui

3 commenti:

  1. Questo bellissimo libro l'ho letto molti anni fa e il tuo post mi ha fatto venire voglia di rileggerlo. Bellissima storia di donne che devo riprendere in mano. Grazie Lena per la recensione :-))

    RispondiElimina
  2. @Giorgia: compralo sì! Non te ne pentirai =)

    @Anthea: grazie di essere passata ....che meraviglia questo libro l'ho finito ieri, quanto i è dispiaciuto! Mi verrebbe da rileggerlo!

    A presto

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."