Pezzi di vita

Pezzi di vita

lunedì 12 novembre 2012

Anteprima - 41 - Ho letto: Solo per scelta di Eugenio Bianchi ****



TITOLO: Solo per scelta
AUTORE: Eugenio Bianchi
EDITORE: Zerounoundici
COLLANA: LaGialla
PREZZO libro: 14,50 euro
PAGINE:  156
PREZZO e-book: 9,99
ISBN:978-88-6307-427-7

Eugenio Bianchi è nato a Rimini in mezzo ai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Insegnante di lingue straniere fino al 2000, ha lavorato anche come accompagnatore turistico. Appassionato di moto, si diletta anche di aerografia e allena gli under 14 a pallamano.

Incipit
Montesangiorgio, un piccolo paese come tanti, sui primi contrafforti montagnosi, a poco più di mezz’ora di guida dalla costa, con il suo bravo castello circondato da case che resistono da secoli alle intemperie, quasi formassero una coorte di legionari messi lì a proteggere il mastio; con le strade di acciottolato e tratti di antiche mura tutto intorno interrotte dalle due antiche porte ad arco e da qualche concessione all’espansione del paese in tempi recenti. Alle spalle del paese le montagne coperte di boschi con tanti castagni forse la maggiore attrattiva per coloro che vogliono scappare dalla città. E sono in tanti, soprattutto in estate ed in autunno, a venire quassù, magari solo per una domenica, magari solo per una passeggiata durante la quale sfuggire alla calura estiva della costa in mezzo al bosco oppure per raccogliere un po’ di castagne agli inizi dell’autunno. Un paese in cui ci si conosce tutti. A parte i forestieri, quelli che vengono a passare qualche settimana o qualche fine settimana nelle villette che sono state costruite poco fuori del paese, raggruppate in una specie di piccolo villaggio satellite. Quelli entrano ed escono dalla vita di tutti i giorni lasciando solo alcune tracce nella memoria dei paesani anche se contribuiscono non poco al magro bilancio della comunità. Magari qualcuno di loro viene riconosciuto dal negoziante quando va a fare la spesa, se sono anni che continua a tornare lì, ma, per la gran parte degli abitanti, i forestieri restano degli estranei. È un posto tranquillo, Montesangiorgio, un posto che viene citato sulle cronache dei giornali locali solo quando c’è la fiera della castagna ai primi di novembre.

La mia opinione
Questo libro, letto in versione ebook [che non amo particolarmente], è un giallo e come si fa in tal caso, non bisogna fare spoiler. A me troppo parlare di un giallo, non piace. I gialli son fatti per essere scoperti pagina dopo pagina, da chi li legge.
Solo per scelta, già il titolo che mi piace molto perchè credo rimandi ad un forte senso di libertà.
Racconterò l'essenziale, tranquilli.
Si racconta di un ex insegnante che, dopo essere andato in pensione, si trasferisce in un paesino e va ad abitare in una casa fuori zona per cercare un po' di solitudine e ritrovare un pò se stesso. Si fa accompagnare da sue due passioni: le moto e la musica.
Ad un certo punto, come nei migliori gialli, si trova coinvolto in alcune situazioni. La storia si dipana ai nostri occhi in maniera brillante, infatti non ho intuito immediatamente chi fosse il colpevole [tranquilli non è il maggiordomo...o forse si? =) ] tramite il parallelo che l'autore sviluppa, tra le pagine del diario scritto dal professore e il succedersi cronologico degli avvenimenti. Il lettore entra in scena e assembla, pezzo dopo pezzo, il puzzle che pian piano, si costruisce per intero.
E' un libro ben strutturato, una scrittura piacevole, si legge in fretta e la storia ti rimane dentro, gli intrecci sono ben sviluppati. I personaggi [alcuni coi nomi particolari], così come i luoghi, sono ben descritti, come potete evincere dall'incipit, infatti mi son fermata a rileggere certe parti, proprio perchè mi è piaciuta la descrizione fatta dall'autore.


Un piccolo assaggio

"È arrivato ieri mattina su una Vespa che
aveva visto tempi migliori. Ho sentito
suonare il campanello e pensavo che fosse il
postino. Anche se era un po’ presto, più
presto del solito. Sono andato verso il
cancello pensando di dover mettere una
firma per una raccomandata e invece lì,
davanti al cancello, c’era questo tizio con
degli strani occhi grigi e un sorriso
altrettanto strano sulle labbra. Mi ha
salutato come se ci conoscessimo da chissà
quanto tempo."

Questo è il link dove potete acquistarlo
e questo per leggere le prime pagine

Altri libri dell'autore Eugenio Bianchi

Il discorso di Ferguson
pubblicato il: 24/09/2008
pagg. n. 283
Collana: La narrativa - Fiction


Se un giorno lei…
pubblicato il: 08/06/2008
pagg. n. 274
Collana: La narrativa - Fiction

Sogni traditori
pubblicato il: 03/05/2008
pagg. n. 191
Collana: I noir

Il Barista
pubblicato il: 19/08/2007
pagg. n. 160
Collana: La narrativa - Fiction


Se avete letto o leggerete Solo per scelta, fatemi sapere il vostro parere, mi fa piacere.
Buona Lettura!


4 commenti:

  1. Ringrazio per la cortesia del commento e per la generosità nel giudizio. Un amico (anche lui scrittore) mi ha fatto notare che il libro - come una bella donna - avrebbe potuto avere un fascino ancor maggiore se l'abito che aveva addosso fosse stato rivisto da un bravo sarto. In parole pover, si sente la mancanza di un editing fatto da un professionista. Io scrivo per piacere. Non ho ambizioni da best seller anche perchè ormai ho una certa età. E nelle cose che scrivo, ovviamente, ci metto anche un po' di me stesso e delle mie passioni, musica e moto in primis. Ancra grazie e buona lettura.
    Eugenio Bianchi (anche conosciuto come Nonno Enio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ringrazio per aver gentilmente scritto un commento qui.
      Concordo con il suo amico scrittore, un lavoro certosino di editing, avrebbe dato maggiore risalto alla sua storia che ho percepito, peraltro, come autobiografica.
      Mi piace quando dice "io scrivo per piacere", credo che sia basilare. E per quanto riguarda l'età...beh...non c'è età per scrivere secondo me, anzi più aumenta il numero di anni più ci sono cose da dire, più si affinano certe abilità e certi talenti.
      Grazie per essere passato di qui Nonno Enio =)

      Elimina
    2. dimenticavo...mi piace molto anche il titolo che credo rimandi ad un forte senso di libertà.

      Addesso aggiungo questo dettaglio nel post.

      Elimina
  2. Ciao Lena, I'm glad following your blog! Mi piacere molto!
    Baci :))

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."