Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

giovedì 10 gennaio 2013

# 2 - I Giovedi libreschi de La Locanda dei Libri

Cari Locandieri,
Eccoci ritrovati ai Giovedì libreschi!
Questa volta la domanda è:

DOVE STATE VIAGGIANDO GRAZIE AI VOSTRI LIBRI?
indicate il titolo e l'ambientazione

immagine tratta dal web. Sapete chi l'ha dsegnata? Noi la troviamo favolosa!

Aggiornamento
Grazie a Sara Durantini abbiamo scoperto la paternità di questa meravigliosa opera! E dell'artista russo contemporaneo, Vladimir Kush. Che piacevole scoperta, grazie!



Qui per partecipare al precedente Giovedì

Grazie mille

22 commenti:

  1. Il disegno in effetti è di una bellezza mozzafiato!
    Partiamo subito? Ci tuffiamo dentro come Alice?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Stella il disegno è fantastico....unisce tutto ciò che amo....in primis, gli alberi.

      Lena

      Elimina
    2. Vale anche per me: unisce tre cose che amo particolarmente: alberi, mare e libri!

      Elimina
  2. Ieri sono tornata al Giappone (Kitchen di Banana Yoshimoto) e oggi parto per la Sicilia del settecento (La lunga vita di Marianna Ucrìa di Dacia Maraini).
    Ma ultimamente il viaggio che mi è piaciuto di più è quello in Chiapas con Marcela Serrano in Quel che c'è nel mio cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, però...La voglia di partire, dopo un libro come quello della Serrano, è immensa! Mentre leggi è bello ma quando chiudi il libro e sai che non potrai partire è un po' frustrante...
      Io potrei vivere benissimo con pochi soldi e tanti libri (e affetto e natura) ma mi mancano troppo i viaggi veri!


      Elimina
    2. Bellissimi viaggi libreschi!
      Io sto ancora ad Antigua con la Serrano, anche se sono diversi mesi che ho finito di leggere "Antigua vita mia". Colgo il suggerimento, mettò in lista "Quel che c'è nel mio cuore".

      Ieri anche io sono tornata da un viaggio: grazie a "Sulle orme della notte" di Tiziana Iaccarino, sono stata a Venezia, poi a Firenze e infine a Sorrento. Oggi invece sono a New Town, Sud dell'Inghilterra con "Come petali sulla neve" di Antonella Iuliano.

      Viaggiare in questo modo, in tempo di crisi, è un toccasana! =)

      Elimina
  3. Io sto viaggiando in Giappone con "La ragazza dello Sputnik" di Murakami, ma viaggio anche in Valcuvia in provincia di Varese con "Quattro soli a motore" di Nicola Pezzoli.
    Ho appena viaggiato in un'indimenticabile Stiria (Austria) con
    "Inganni e incanti di Sophie Silber".


    Ciao Lena, bellissimo questo tuo post, anche per me l'immagine è stupenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina! grazie mille per aver partecipato e aver condiviso i tuoi interessanti viaggi libreschi.

      Un abbraccio
      Lena

      Elimina
  4. L'immagine che hai postato è di un autore che amo molto, si chiama Vladimir Kush, è un artista russo contemporaneo. Ha avuto una grande intuizione dipingendo quella tela. Complimenti per l'iniziativa, partecipo subito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, Sara! Grazie mille per aver soddisfatto la mia curiosità! Adesso aggiorno la didascalia! Non conoscevo questo artista...che piacevole scoperta!


      Lena

      Elimina
    2. Grazie a voi! Io invece in questo momento mi sto dirigendo verso il Galles, precisamente Hay-on-Wye dove, stando ai personaggi del romanzo di Mark Haddon, la casa rossa, si trascorrerà una vacanza intensa

      Elimina
    3. Buongiorno Sara, dato che mi interessano molto i luoghi, nei libri, ho appena letto la recensione di questo libro, ma non ho capito se potrebbe piacermi o meno; mi sai dare qualche informazione in più? Grazie

      Elimina
  5. io ho appena finito un soggiorno a Parigi con il noir "Troppo piombo" di Enrico Pandiani, ma resto comunque in Francia (anche se nella campagna) con Suite Francese della Nemirowsky.
    Stranamente due romanzi ambientati in Francia e scritti da non francesi :)
    lisecharmel.wordpress.com

    RispondiElimina
  6. Allora, oggi mi trovavo nei pressi di Damasco. Ma si trattava anche di un viaggio nel tempo: anno dell'era cristiana 1096, anno dell'Egira 489. Ho iniziato a leggere "La colomba e i leoni" di Cristina M. Cavaliere e ho idea che dovrò viaggiare molto. Un vecchio medico, seguace sufi, ha appena ricevuto l'incarico divino di recarsi ad Alessandria d'Egitto...

    RispondiElimina
  7. Il mio soggiorno a londra con "non e' un gioco di Sophie hannah sta per terminare...dopo dove andro'?pensavo ad una capatina della barcellona di zafon con "il prigioniero del cielo"! :)

    RispondiElimina
  8. So di essere in ritardo, ma mi piace troppo questo giochino per non rispondere!
    Prima ho viaggiato nel tempo e nello spazio andando nella Scozia del 1700 con "La straniera" di D.Gabaldon, poi sono tornata ai giorni nostri ma mi sono spostata ancora piu' a nord, in Svezia con "Tempesta solare" di A.Laarsson. Ora sono in Irlanda, ma con in bocca i gusti della cucina persiana, con "Caffe' Babilonia".
    Queste le tappe dei miei ultimi viaggi...

    RispondiElimina
  9. Io sono in una Milano distopica e governata da una nuova razza superiore .-.

    RispondiElimina
  10. Io sono appena ritornata da Fijallbacka, graziosissimo paese svedese in cui camilla Lackberg ha ambientato il suo La principessa di Ghiaccio; scoperta meravigliosa, per cui ho appena ordinato gli altri in biblioteca. Nel Frattempo W, romanzo Triller/storico/libresco sulle orme di Shakespeare; nel frattempo a salti, un buon andrea de carlo, lo apprezzo sempre!
    Complimenti per il tuo, mi sono iscritta subito; arrivo da te attraverso voli pindarici ed Alchemilla, la mia referente bibliografica

    RispondiElimina
  11. Sono in una santo domingo metà' spagnola e metà francese popolata di schiavi e riti woodo, Isabel Allende mi incolla alle pagine come al solito :-)

    RispondiElimina
  12. io sono immersa nei paesini inglesi con Harol Fry!

    RispondiElimina
  13. In questi primi quindici giorni dell'anno ho già viaggiato moltissimo.
    Oggi pomeriggio sono partita dall'Inghilterra verso l'Ohio con "L'ultima fuggitiva" di Tracy Chevalier.
    Sono stata a Stoccarda con "L'amico ritrovato" di Fred Uhlman, in Giappone con "Honeymoon" di Banana Yoshimoto, nel nord della Germania a Bootshaven con "I sapori dei semi di mela" di K. Hagena, anch'io in Irlanda ma con sapore di Persia con "Caffè Babilonia", a Parigi con "Zazie nel metrò" di Raymond Queneau e prima ancora in Pennsylvania con "Nella fattoria" di John Updike.
    Anche se concordo pienamente con Emily Dickinson quando dice : "Non c'é nessun vascello che, come un libro, possa portarci in paesi lontani" mi aggrego a Giannina quando dice che le mancano i viaggi, ogni volta che mi immergo in un libro ho voglia di poter visitare quei luoghi.

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."