Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

sabato 26 gennaio 2013

# 50 - Recensione: "Stelle di cannella" di Helga Schneider ****




Titolo: Stelle di cannella. L'ombra di Hitler sulla vita di David e del suo gatto
Autore: Helga Schneider
Editore: Salani
Pagine: 117
ISBN: 9788884511027
Prezzo: 11 €

Età di lettura: da 10 anni
Acquista su Amazon
libro cartaceo


Sinossi
È l'inverno del 1932. A Wilmersdorf, un tranquillo e benestante quartiere di una città tedesca, il periodo natalizio è annunciato dalle grida gioiose dei bambini che giocano a palle di neve. Fra le famiglie che abitano tre case, i rapporti superano quelli del buon vicinato: David, figlio del giornalista ebreo Jakoob Korsakov, e Fritz, figlio del poliziotto Rauch, sono amici per la pelle e compagni di banco alla scuola elementare; la sorellastra di David è fidanzata con il figlio del noto architetto Winterloh, Lene; persino la gatta di Fritz e il gatto di David sono amici.

Recensione
In occasione della Giornata della Memoria ho voluto fare una lettura sul tema, molto scorrevole.
Questo libro, infatti, è adatto ai bambini purchè sappiano già qualcosa sull’antisemitismo e narra le vicende di tre famiglie Rauch,  Korsakov e  Winterloch, che vivono vicine e in armonia fin quando il Partito Nazista vince le elezioni e tutto muta inevitabilmente.
E' una bellissima storia con la quale iniziare i bambini a queste tematiche forti ed importanti, per far comprendere loro, anche per il tramite dei due gatti di Fritz e di David, le violenze e le proibizioni nei confronti degli ebrei.
Far comprendere ai bambini l'importanza dell'amicizia, allorquando si imbatteranno nella circostanza che David è ebreo e Fritz, suo amico, lo ripudia.



Una riflessione, una citazione

“Bisogna stare lontani dagli ebrei, ecco cosa intendo. Il governo non li vuole? Bene, noi non possiamo lottare contro i mulini a vento. Occorre evitarli, è l’unica soluzione”


Qui ci si potrebbe soffermare sul discorso della complicità e dell'indifferenza sociale che tristemente hanno accompagnato quella società, e che ancora vediamo ai giorni nostri.
Consiglio, pertanto, questo libro anche ai grandi.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."