Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

sabato 19 gennaio 2013

Visti in libreria: Gennaio 2013

Con la rubrica "Visti in libreria" vi propongo i mie avvistamenti in libreria negli ultimi tempi ossia, tutti quei libri che mi hanno colpito per quanto riguarda la trama ma anche altri particolari.


Il15 Gennaio è uscito "La piramide del caffè"


Titolo: La piramide del caffè
Autore: Nicola Lecca
Editore: Mondadori
Pagine: 233
Prezzo: € 17
Puoi acquistarlo su Amazon
formato cartaceo
formato ebook

Sinossi
A diciotto anni, Imi ha finalmente realizzato il suo sogno di vivere a Londra. A bordo di un vecchio treno malandato ha lasciato l'orfanotrofio ungherese dove ha sempre vissuto e, nella metropoli inglese, si è impiegato in una caffetteria della catena Proper Coffee. Il suo sguardo è puro, ingenuo e pieno di entusiasmo: come gli altri orfani del villaggio di Landor, anche lui non permette mai al passato di rattristarlo, né si preoccupa troppo di ciò che il futuro potrebbe riservargli. Le tante e minuziose regole che disciplinano la vita all'interno della caffetteria - riassunte nel Manuale del caffè cui i dirigenti della Proper Coffee alludono con la deferenza riservata ai testi sacri - gli sembrano scritte da mani capaci di individuare in anticipo la soluzione a qualsiasi problema pur di garantire il completo benessere di impiegati e clienti. La piramide gerarchica che ordina la Proper Coffee sembra a Imi assai più chiara e rassicurante del complesso reticolo di strade londinesi. Dovrà passare molto tempo prima che Imi - grazie al cinismo di un collega e ai consigli della sua padrona di casa - cominci a capire la durezza di Londra e la strategia delle regole riassunte nel Manuale del caffè. Tanto candore finirà per metterlo in pericolo: e sarà allora Morgan, il libraio iraniano, a prendersi a cuore il destino di Imi, coinvolgendo nel progetto Margaret, una grande scrittrice anziana e ormai stanca di tutto, ma ancora capace di appassionarsi alle piccole storie nascoste tra le pieghe della vita.

Perchè leggerei questo libro?
Innanzitutto la copertina molto buffa ma significativa e semplicemente bella.
Ha contribuito ad accrescere il mio interesse anche il titolo "La piramide del caffè", perchè in certi giorni ne serve davvero una piramide!
La trama poi ha fatto il resto, rafforzando la mia curiosità. Adesso vorrei proprio sapere cosa accade a Imi.




Titolo: La lettrice di fiori
Autore: Elizabeth Loupas
Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 480
Prezzo del cartaceo: € 9.90
Ebook: € 4,99
Puoi acquistarlo su Amazon
formato cartaceo
formato ebook



Sinossi
Corte di Scozia, 1560. Rinette Leslie di Granmuir, figlia di cortigiani, possiede un'abilità unica e preziosa: pratica la floromanzia, l'antica arte di predire il futuro leggendo i fiori. Eppure questo dono non la metterà al riparo da ciò che sta per accadere: la regina, in punto di morte, le consegna uno scrigno che contiene alcune lettere cifrate con i più oscuri segreti della casa reale e la prova degli intrighi dei nobili di corte. Nel cofanetto si trova anche una pergamena con una profezia firmata da Nostradamus che minaccia il destino della monarchia. La giovane Rinette ha il compito di consegnarlo a Maria Stuarda, la futura regina, ma commetterà un errore fatale: poco prima di recarsi dalla nuova sovrana, si confiderà con il proprio amato, mettendolo inconsapevolmente in pericolo. Alcuni cortigiani senza scrupoli, che hanno spiato la conversazione, pur di entrare in possesso del prezioso oggetto, fanno sparire misteriosamente l'uomo. Ma quali importanti segreti potrà mai contenere lo scrigno? E quale sarà il destino del Regno di Scozia? Distrutta dal dolore e circondata da gente di cui non può fidarsi che complotta dietro di lei, Rinette avrà un solo modo per sottrarsi alle loro sordide trame: affidarsi ai fiori, al loro magico potere e alla loro forza profetica. Riuscirà a rimanere immune ai pericoli che incombono su di lei e a ritrovare un amore perduto?

Booktrailer




Perchè leggerei questo libro?
Sin da bambina sono cresciuta in un giardino colmo di fiori, coltivati e curati con dedizione dalla mia nonna paterna. Mi son portata dietro questo caro ricordo e oggi vado sempre alla ricerca del significato di fiori e piante. Mi affascina la figura della protagonista, una giovane ragazza che possiede il dono di predire il futuro leggendo i fiori. Dalla trama si evince un forte sentore di Magia e di Mistero, mettici la Scozia e la Storia e il gioco è fatto: la curiosità aumenta.



Sinossi
"Se torno per qualche giorno in Italia, mi sento subito ingombrante. A 56 anni ho l'età sbagliata? Governi, imprese, esperti descrivono i miei coetanei come un "costo". Guadagniamo troppo, godiamo di tutele anacronistiche, e quando andremo in pensione faremo sballare gli equilibri della previdenza. Per i trentenni e i ventenni, invece, siamo "il tappo". Ci aggrappiamo ai nostri posti, non li facciamo entrare. Non importa se ci sentiamo ancora in forma, siamo già "gerontocrazia". Nessuno trova una soluzione a questa crisi, ma molti sembrano d'accordo nell'individuarne la causa: il problema siamo noi, i baby boomer. Siamo nati nell'ultima Età dell'Oro, quel periodo (1945-1965) che coincise con un boom economico in tutto l'Occidente ed ebbe un effetto collaterale forse perfino più importante: l'esplosione delle nascite. Come se non bastasse, poi, lo straordinario allungamento della speranza di vita ci ha resi una delle generazioni più longeve. E di questa nostra inusitata sopravvivenza si parla quasi come di una sciagura annunciata, un disastro al rallentatore. Ma un evento individualmente così positivo - vivere di più - può trasformarsi in una calamità? No, noi baby boomer siamo un'enorme risorsa anche adesso che diventiamo "pantere grigie". La sfida, di cui s'intravedono i contorni in America, è quella di inventarci una nuova vita e un nuovo ruolo, per i prossimi venti o trent'anni."

Perchè leggerei questo libro?
Semplicemente per il fatto di mettermi nei panni dei miei genitori e in quelli di una determinata generazione per scoprire quei lati di raffronto con la mia generazione e guardare, insieme, nella prospettiva del futuro.
Inoltre il titolo mi ha colpito molto "Voi avete gli orologi, noi abbiamo il tempo", un titolo geniale.


Titolo: Voi avete gli orologi, noi abbiamo il tempo
Autore: Federico Rampini
Editore: Mondadori
Pagine: 169
Prezzo del cartaceo: € 16,00
Ebook: € 6,99
Puoi acquistarlo su Amazon
formato cartaceo
formato ebook




Titolo: La badante di Bucarest
Autore: Caria Gianni
Editore: Robin
Pagine: 151
Prezzo del cartaceo: € 12,00
Ebook: € 6,99
Puoi acquistarlo su Amazon
formato cartaceo



Sinossi
Maria, ex insegnante licenziata per esubero con due figli adolescenti, è costretta a lasciare un'Italia che, a seguito del tracollo economico, si trova ora nelle stesse condizioni dei paesi dell'est. Va a Bucarest per lavorare come badante, in una casa borghese di nuovi ricchi: deve assistere un anziano bloccato a letto. Un po' alla volta tra i due si instaura un rapporto particolare. "La badante di Bucarest" è una storia di riposizionamento sociale e psicologico, in cui la protagonista riflette sugli inganni culturali della società, sulla colpa, sul rapporto con il marito e i figli, sul nuovo classismo o razzismo dei romeni, dove non mancano situazioni e pensieri intrisi di amara ironia.

Perché leggerei questo libro?
E' di grande attualità, mi colpiscono le storie degli emigranti che per crearsi una nuova strada sono disposti a tutto, anche cambiare radicalmente professione, pur di mandare avanti un sogno, il proprio futuro e quello della propria famiglia. Mi ha colpito questo libro, perché è un viaggio all'inverso, rispetto a ciò che abbiamo avuto modo di vedere in quest'ultimo decenni, è il viaggio di una donna da un'Italia fallita alla Romania



Voi li avete letti? Quale vi incuriosisce?
Scriveteci la vostra opinione in commento.
Grazie

2 commenti:

  1. Mi sono piaciuti il primo e l'ultimo ,spero di poterli trovare nella mia biblioteca.Ho appena finito"I piani bassi.Memorie di una cuoca",lo hai letto per caso?E un libro piccolo,semplice,interessante e divertente.Grazie di condividere la tua passione letteraria,un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. La lettrice di fiori l'avevo adocchiato anch'io e inserito nella mia lista dei desideri, che pubblicherò lunedì, e che si allunga a vista d'occhio.
    Buona domenica

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."