Pezzi di vita

Pezzi di vita

sabato 23 febbraio 2013

# 54 Recensione: "Le difettose" di Eleonora Mazzoni ****



Titolo: Le difettose
Autore: Eleonora Mazzoni
Editore: Einaudi 
Collana: I coralli
Pagine: 200
ISBN: 9788806210694
Prezzo: 16 €

Recensione
Grazie ad un'amica ho avuto il piacere di leggere questo libro incentrato su un tema molto delicato: la maternità, o meglio, il difficile cammino verso la maternità.
E' una lettura piacevole e scorrevole, sebbene il tema affrontato sia molto importante ed attuale.
Carla, la protagonista, è una quarantenne ha un compagno perfetto e un buon mestiere. Ma non ha ancora un figlio. Dopo anni d'inutili tentativi, entra nel mondo della fecondazione assistita, e l'ossessione per la maternità incomincia a manifestarsi.
In chiave abbastanza ironica, questo libro ci mette dinanzi ad un tema molto importante: il cammino verso la maternità che, per alcune donne, può risultare praticamente difficoltoso, se non impossibile.
Mi ha colpito il titolo scelto, “Le difettose”,  proprio a significare che se non si hanno figli, una donna non è veramente tale, completa, normale.
Tutte le donne che fanno capolino nel romanzo, stanno in fila per eseguire, mese dopo mese, lo stesso rituale: gli ormoni, il pick-up, il transfer, l'attesa. E in tal modo, nelle sale ospedaliere o nelle chat, le donne "difettose" si parlano ("mangiar piadine serve: mia zia ci ha fatto otto figli!"), si sfogano, si danno conforto.
 Questo libro mi ha profondamente toccato, sia per la tematica, sia per il coraggio che queste donne sfoderano pur di vivere, sulla e nella propria pelle, l'esperienza della maternità. Credo che ogni donna abbia il diritto di diventare madre, senza arrivare all'ossessione, anche se, quando si desidera fortemente qualcosa, la logica si pone su un piano secondario rispetto ad un forte desiderio.
Quante domande mi hanno lasciato queste pagine, quanti spunti di riflessioni interessanti:
si è madri solo se si partorisce? O si è madri quando si alleva e si cresce e si educa un bambino?
Oggi si fanno sempre meno figli e sempre più tardi. Spesso capita che mettere al mondo un bambino diventa una specie di fissazione, coadiuvata dal battere incessante dell’orologio biologico che non fa altro che spingere in tale direzione.  Un figlio è un diritto o un privilegio?
Vi anticipo che presto avrò il piacere di intervistare la scrittrice Eleonora Mazzoni.

Intanto vi consiglio di leggere questo libro davvero bello ed emozionante. Ogni donna dovrebbe leggerlo.
Qui, Le difettose, il sito dedicato al libro, per saperne di più e leggere in anteprima i primi due capitoli.
Buona Lettura!

3 commenti:

  1. Trovo che il titolo del libro sia geniale.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Nice book i really love your post Thanks for sharing

    RispondiElimina
  3. Wonder book different title i love it keep up your good work doing

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."