Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

venerdì 5 luglio 2013

"I SEGRETI DI MURAKAMI" per Vallardi Editore

"I SEGRETI DI MURAKAMI" (Vallardi)
svela lo scrittore giapponese più amato al mondo


Ad aprile Murakami ha pubblicato in Giappone un nuovo libro, dal titolo Colorless Tsukuru Tazaki and the Year of His Pilgrimage. Si tratta del suo  tredicesimo romanzo, a distanza di 34 anni dal primo, Ascolta la canzone del vento, e a tre dall'ultimo,1Q84. Più volte  candidato al premio Nobel, regolarmente in vetta alle classifiche e non soltanto con le novità, Haruki Murakami è forse  l'autore giapponese oggi più famoso al mondo: i suoi libri (romanzi, raccolte di racconti, saggi) sono veri e propri casi editoriali e hanno raccolto premi e riconoscimenti da ogni parte del globo. 



Murakami è, però, anche uno degli scrittori viventi più enigmatici e sfuggenti, al punto che  "I SEGRETI DI MURAKAMI", la biografia firmata da Teruhiko Tsuge e pubblicata in Italia da Vallardi, si apre con la domanda  “Lo scrittore misterioso Murakami Haruki esiste davvero?”.

Sono famosi quanto lui, infatti, la sua  refrattarietà alle macchine fotografiche, il suo carattere introverso, il pensiero complesso che si ritrova in trame che, spesso, comprendono  figure affascinanti ed ambigue, che non vengono spiegate ma lasciate all'interpretazione dei lettori. È il caso, ad esempio, dei Little People di 1Q84 o dell'uomo-pecora che troviamo in diversi romanzi.

Nella sua poetica è però possibile individuare elementi che si ripetono, come la presenza di  spiriti,  nani e  gatti, l'esistenza di una o più  porte che collegano mondi differenti, il ruolo della sessualità e del  sesso come chiave dei rapporti umani.

Il libro di Teruhiko Tsuge è allo stesso tempo saggio e biografia, poiché collega questi elementi al vissuto dell'autore e utilizza la sua vita come chiave di lettura per le sue opere. Sfogliando le pagine si scopre l'equa importanza dell' educazione spirituale buddhista e della  passione per i romanzieri americani per la fortuna di Murakami in occidente, l'atipicità della sua  infanzia “da figlio unico”, le somiglianze con gli autori che, come lui, hanno vissuto gli  sconvolgimenti culturali giapponesi della fine degli anni Sessanta e dei primi anni Settanta (e sono stati definiti  “la generazione che perse le parole”), perfino i  ritmi e i tempi della sua attività di scrittore.


Teruhiko Tsuge, professore all’Università Senshu di Tokyo, è stato tra i maggiori esperti di
letteratura nipponica contemporanea, ha scritto diversi saggi e articoli sui principali
scrittori nipponici (Haruki Murakami, Banana Yoshimoto, Yoko Ogawa, Kenzaburo Oe).


1 commento:

  1. Sento parlare moltissimo di Murakami, e la curiosità verso di lui cresce in modo esponenziale. Mi piace il punto di vista di questo libro, che dubita persino dell'esistenza reale dello scrittore...come fecero per Shakespeare, in passato. Grazie della segnalazione: ho visto che l'autore del libro si è occupato di altri scrittori giapponesi che amo, per cui sarà approfondire un po' di più la sua conoscenza.

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."