Pezzi di vita

Pezzi di vita

martedì 20 agosto 2013

# 73 Recensione: "Un altro giro di giostra" di Tiziano Terzani 5*


Un libro che mi ha cambiato la vita. Dentro, intensamente.
Un viaggio di carta in paesi affascinanti, in primis la mia amata India, terra che sento mia, vicina.
Quanti insegnamenti, quante storie e leggende in queste pagine preziose.

E poi ho viaggiato con Terzani, che mi ha preso per mano, in Thailandia, Hong Kong, Cambogia, New York, Filippine, Himalaya, Stati Uniti, Firenze, Orsigna.
Si parte per ritornare, non per fuggire dalle proprie origini.
L'importanza dei rituali, delle proprie origini, delle tradizioni e della scoperta più importante: conoscere se stessi.

"Tanti piccoli passi ma non da fare a caso"

Un libro di cui non potrei, ora, fare a meno.
Pagine che mi hanno messo dinanzi allo specchio del Sè.
Un libro che ti mette dinanzi alle paure, come quella atavica della morte.


Non c'è una sola citazione, ma decine e decine da riportare.
Scelgo, quindi, una vecchia storia indiana che mi è rimasta dentro, che voglio condividere.

"Su una barca che attraversa un fiume c'è un pandit, un bramino, dotto in scritture sacre. Il pandit chiede al vecchio barcaiolo:
 y
"Sai il sanscrito?"

"No", risponde quello.

"Senza il sanscrito un quarto della tua vita è perso", dice il pandit. "Conosci almeno la letteratura classica?"

"No"

"Un altro quarto della tua vita è perso, perchè ci sono libri bellissimi e il leggerli dà una grande gioia. Sai almeno leggere e scrivere?"

"No", dice il barcaiolo.

"Un altro quarto della tua vita è andato perso."

In quel momento il pandit si accorge che la barca fa acqua e che le sue gambe sono già a mollo. Il barcaiolo cerca di tappare la falla, ma non c'è niente da fare. L'acqua continua a crescere e la barca sta per andare a fondo.

"Sai nuotare?" chiede il barcaiolo al pandit.

"No" risponde quello impaurito.

"Tutta la tua vita allora è persa", conclude il barcaiolo.


Morale: è inutile saper leggere e scrivere, conoscere il sanscrito e l'intera letteratura, se non si conosce se stessi."


Autore: Tiziano Terzani
Edizione: Tea
Pagine: 578
Prezzo: 12 euro
Puoi acquistarlo su ibs, con lo sconto del 25% QUI



Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."