Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

martedì 29 ottobre 2013

Lettura e Cinema: "Il resto di niente" di Enzo Striano a Pomigliano D'Arco

Il 28 Ottobre 2013, nell'Auditorium della Scuola Media Statale "Catullo" di Pomigliano D'arco, si è svolto un incontro letterario di grande prestigio organizzato dall'Associazione Leggimi Forte: un omaggio al grande scrittore Enzo Striano e alla sua opera più conosciuta, "Il resto di niente".
Sono intervenuti la figlia dello scrittore Apollonia Striano, Docente di Letteratura italiana all'Università Orientale di Napoli, la regista Antonietta De Lillo, autrice del film ispirato al romanzo, e ha moderato Gina Annunziata, Docente di Storia e Critica del Cinema all'Università Orientale di Napoli.


Antonietta De Lillo, Gina Annunziata, Apollonia Striano

"Il resto di niente" di Enzo Striano è un libro di ampio respiro culturale, esso indaga con straordinaria forza evocativa e visiva, quasi lo scrittore avesse in mano una cinepresa più che una penna, non solo la vita e i moti interiori di Eleonora Pimentel De Fonseca, donna forte e coraggiosa, ma proprio l'essenza di quella che fu la Rivoluzione del 1799. A far da sfondo all'incredibile avventura intellettuale della Pimentel De Fonseca, detta Lenòr, c'è un'intera città, la Napoli di fine Settecento, descritta con minuzia di particolari che rendono "vivo" il racconto.
E' un libro che tutti dovrebbero leggere, perché in queste pagine c'è la Storia dell'Italia, ma c'è soprattutto un romanzo avvincente che negli anni ha avuto sempre più enorme successo, anche se gli editori ci hanno messo del tempo a pubblicarlo, rispetto alla velocità con cui Striano l'ha redatto, in quanto lo credevano un libro troppo specifico e settoriale. Il romanzo viene pubblicato per la prima volta nel 1986, l'anno dopo spirerà il suo autore.
Il titolo "magico" del libro, già riflette una forte empatia dello scrittore con la sua terra e con la sua cultura, ma riflette anche quella condizione umana, così attuale, di chi nonostante le lotte di tutti i giorni, rimane alla fine, e per svariate ragioni, con un pugno di mosche in mano. La Rivoluzione di Napoli è stata l'occasione mancata per fare di questa grande città un fulcro culturale di grande spessore internazionale, come hanno sostenuto la Striano e la De Lillo.

Il lungometraggio, uscito nel 2005 e (qui il trailer) presentato fuori concorso alla 61ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, si sofferma sulla figura di Lenòr.
Il punto focale qui, a differenza del libro, più che la Storia in sè, è l'intreccio di relazioni e sentimenti che si snocciola man mano, pur tenendo sempre all'orizzonte i motivi della Rivoluzione. La De Lillo è riuscita a cogliere l'essenza dell'opera letteraria anche se l'ha stravolta, da un punto di vista temporale, non seguendo la linea cronologica degli eventi, ma si sa la"confusione" è un vezzo a cui si dà licenza solo agli artisti.
Il film, inoltre, è particolare anche perchè intervallato da magnifiche e simboliche gouaches dell'artista Oreste Zevola, create ad hoc.

Nel corso della manifestazione abbiamo visto un frammento del film e, ad intervalli, c'è stata anche la lettura di alcuni passi di questo straordinario libro, che ci ha fatto penetrare ancor di più nella sensibilità e nella raffinatezza letteraria dello scrittore.



Associazione Leggimi forte



Eventi di tale spessore meriterebbero un pubblico molto più vasto e uno scenario ancor più importante, in quanto la bellezza della cultura va sempre condivisa, in uno scambio simbiotico tra autore e fruitore dell'opera letteraria, artistica e/o cinematografica che sia.

Lena Ceglia


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."