Pezzi di vita

Pezzi di vita

giovedì 30 gennaio 2014

#82 Recensione: "L'apicoltore" di Maxence Fermine 5*


"Il miele è un sole che si coltiva, 
e per fare un buon sole ci vuole tempo”


Inizio così, con questa citazione, a parlare di uno dei romanzi più belli che abbia mai letto finora. Forse dovrei dire una delle favole più belle.
Un libro che è giallo nelle sensazioni che suscita: solare, dorato, caldo, rigenerante, creativo.
Quando ci si addentra nella lettura di questo piccolo gioiello letterario, la mente inizia a volare e chi legge è completamente immerso nella storia. 
Il libro racconta l'esperienza del giovane Aurélien Rochefer, egli vive in un paesino del sud della Francia, precisamente a Langlade in Provenza, terra della lavanda, assieme a suo nonno, Lèopold Rochefer.
Siamo nel 1885, Aurélien,ventenne ingegnoso ed ottimista, vuole realizzare il suo sogno: fare l'apicoltore. Nonostante il parere contrario di nonno e amici, egli, armato di tenacia e coraggio, inizia il suo percorso di speranze, attraverso un viaggio avventuroso.
Una misteriosa donna dalla pelle cioccolato gli appare in sogno e lo invita a raggiungerlo. E' così che Aurélien si imbarca per l'Africa, la terra rossa, dove passerà di avventura in avventura, tra re ricchi e avidi, paesaggi mozzafiato, mercanti spietati e una Regina delle Api che gli farà un magico dono. Solo al ritorno a casa, egli troverà la forza di dedicarsi a una ciclopica impresa e saprà scoprire dentro di sé l'amore puro.
Si parte, in fondo, per ritornare sempre a casa, alle radici, all'essenza.  l'essenza di questo romanzo è di colore giallo: giallo miele, giallo, sole, giallo girasole. Un inno all'ottimismo, al credere ai propri sogni e a buttarsi a capofitto in essi e, al momento giusto, coglierne finalmente i frutti, gli insegnamenti che si possono estrapolare
Si dice che questo libro si ispiri molto a "Seta" di Alessandro Baricco, ma non sono di questa opinione, avendoli letti (e amati) entrambi. "L'apicoltore" è una favola spensierata bisogna entrare in questo mood onirico e surreale, "Seta", invece, è un romanzo a tutti gli effetti, che racconta una storia specifica.
La narrazione è fluida, il linguaggio usato dallo scrittore è semplice e raffinato.
Un libro da leggere e da regalare, per trasmettere tutte le belle emozioni che suscita.

Curiosità: il libro fa parte della "Trilogia dei colori". 
Il primo libro è "Neve", bianco e riposante, come la neve e l'Asia che lo ispirano, perché la poesia giapponese resta un territorio vergine di una bellezza sorprendente. Il secondo libro è "Il violino nero", nero e angosciante, come la musica di un violino, perché la musica e l'Italia hanno un'atmosfera strana, come lo sguardo di una donna dagli occhi scuri. Il terzo libro è, appunto "L'apicoltore", il colore dell'oro e del sole, come il sogno folle di un apicoltore, come un viaggio in un territorio caldo come l'Africa.
La trilogia non esclude che i libri possano essere letti in ordine sparso, ciò che unisce i tre libri è il fatto di essere ispirati ai colori e alle emozioni che questi ultimi suscitano.

Titolo: L' apicoltore
Titolo originale: "L'apiculteur
Autore: Fermine Maxence
Editore: Bompiani
Traduttore Perroni S. C.
Prezzo: € 9,90
Uscita: 2002
Pagine: 159


Libro letto per la sezione ISTINTO di LeggiAmo: 2/16



2 commenti:

  1. non conoscevo questo scrittore, e questa trilogia....mi attira molto! leggerò anche questo! grazie!

    RispondiElimina
  2. Conosco Neve, che non ha ancora letto, ma non sapevo della trilogia. Sicuramente inserirò questi libri nella mia lista desideri :-)

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."