Pezzi di vita

Pezzi di vita

venerdì 28 marzo 2014

# 86 Recensione: "Si sta facendo sempre più tardi" di Antonio Tabucchi

Antonio Tabucchi è un autore che stimo molto. In realtà, ho letto, oltre questo libro di cui vi scriverò a breve, anche "Notturno indiano" e da queste pagine sono rimasta letteralmente stregata, fino a prendere la lucida decisione che leggerò tutti, TUTTI, i suoi libri.
La scrittura di questo Autore, classe 1943, è magica, profonda, poetica, viscerale.
E' considerato uno degli scrittori più rappresentativi della letteratura contemporanea europea,  ma purtroppo è venuto a mancare da due anni.
I suoi libri e i suoi saggi sono stati tradotti in 18 lingue, compreso il giapponese. Con sua moglie, María José de Lancastre, ha tradotto in italiano molte delle opere di Fernando Pessoa. Il Portogallo è, infatti, la sua passione e questo elemento è presente nei suoi libri, così come il tema del viaggio.
Ha ottenuto il premio francese "Médicis étranger" per "Notturno indiano" e il premio Campiello per "Sostiene Pereira", da cui è stato tratto l'omonimo film diretto da Roberto Faenza.

"Si sta facendo sempre più tardi" è un romanzo epistolare molto particolare lontano dal modello classico che siamo abituati a leggere, l'autore ne perverte il genere perchè pian piano ci si avvede che c'è qualcosa che "non torna" in questi messaggi, tutti intrisi di ricordi, flashback, frammenti poetici, spunti culturali, deliri, disperazione e felicità.
I paesaggi sembrano fotografie nitide agli occhi del lettore, i destinatari delle lettere sono personaggi insoliti, come l'Emoglobina, a volte sembrano essere persino sbagliati, il tempo è indefinito a volte irreale, surreale.
L'ho letto appassionandomi ad ogni racconto, soffermandomi sui messaggi, immaginando i volti dei destinatari, entrando nelle loro brevi esistenze e trovando sempre qualcosa che si ancorasse alla mia esperienza di vita. Come ogni grande scrittore che si rispetti, Tabucchi ti legge nell'animo, ti mangia dentro, scava fino in fondo all'essenza e la fa rilucere.
A volte mi sono smarrita dietro queste lettere, forse questo è stato lo scopo preciso delle intenzioni dell'autore: perdersi nei luoghi labirintici delle parole per poi ritrovare la strada. Fermarsi un attimo, riprendere il cammino.
E' un libro che rimane dentro, una bussola per orientarsi nel tempo che scorre via veloce e invecchia in fretta.


Titolo: Sostiene Pereira
Autore: Antonio Tabucchi
Editore: Feltrinelli
Pagine: 228
ISBN: 9788807817403
Prezzo: € 7,50

Letto per l'iniziativa LeggiAmo

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."