Pezzi di vita

Pezzi di vita

venerdì 11 aprile 2014

Anteprima - Recensione: "I delitti della Primavera" di Stella Stollo, quando la Letteratura incontra l'Arte e il Mistero

Stella Stollo, la Susan Vreeland italiana


"I delitti della Primavera" (Graphofeel Edizioni) è un romanzo ambientato nel 1486 nella splendida e florida Firenze e vede come protagonisti i maggiori esponenti dell'Arte e della Storia d'Italia. L'autrice, Stella Stollo (intervista), attraverso tali personaggi tesse una trama intricata di omicidi che sembrano collegati in qualche modo all'Allegoria della Primavera, capolavoro di Sandro Botticelli e del suo assistente Filippino Lippi, quadro che, nel corso dei secoli, è stato oggetto di molteplici interpretazioni.
La Primavera si pone come simbolo della rinascita e del risveglio della Natura e così anche dell'animo umano, più incline, in tale periodo, alla serenità e alla giovialità. Questa stagione, inoltre, corrisponde ad uno specifico stadio dello spirito ossia, alla giovinezza, come si evince chiaramente dal dipinto. Venere, Dea dell'Amore e della Bellezza, è posta al centro della composizione proprio a ribadire la centralità della giovinezza, della bellezza e del trionfo della vita e della vitalità, accanto ad essa le tre Grazie che danzano felici. E tanti sono i significati e i sensi da corrispondere ad ogni personaggio e ad ogni cosa raffigurata nel dipinto botticelliano.
Per alcuni studiosi, la presenza di Flora sarebbe un’allusione a Florentia e dunque alle antiche origini della città di Firenze.
La Storia dell'Arte ci insegna che dietro ogni dipinto, si cela un mondo variegato di simbolismi e di significati, cosa che ha da sempre catturato la mia attenzione. Questo libro è riuscito nello stesso identico scopo, tenendomi incollata alle pagine, a trattenere il respiro durante certe vicende (così come dinanzi ad un dipinto ne leggo il racconto), ad emozionarmi e ad appassionarmi ancor di più (se si potesse ancora) all'Arte e alla lettura.


Da queste pagine si evince la cultura sopraffina dell'autrice, che struttura il libro in maniera tale che il lettore non abbassi mai la guardia rispetto al tema centrale della storia e, al contempo, apprezzi lo stile scorrevole e mai banale della scrittura. La scelta di precise citazioni, da Neruda a Baudelaire, da Violeta Parra a Dante, poste a intervalli regolari (ogni due capitoli) detta poi il ritmo di lettura che procede spedito e assolutamente incuriosito, ipnotizzato su certe descrizioni immaginate, scritte e proposte in maniera così naturale da risultare mai forzate, ma anzi assolutamente necessarie a spiegare gli eventi che, nel frattempo, si svolgono dinanzi agli occhi di chi legge.
Ad ogni pagina i misteri si susseguono, s'infittiscono, su ogni cadavere viene trovato un dettaglio che rimanda al dipinto botticelliano: ora un ramoscello infilato tra le labbra di una ninfa, ora il mantello che avvolge la Dea, ora la ghirlanda che adorna il collo della Primavera. Man mano, pezzo dopo pezzo, vittima dopo vittima, il puzzle criminale si viene a comporre davanti agli occhi del lettore che, immerso nella Storia del periodo, "incontra" personaggi illustri come Leonardo da Vinci, Amerigo Vespucci, Lorenzo il Magnifico.

Ogni pagina profuma di Arte, Storia e Letteratura, il tutto s'amalgama alle passioni e agli intrighi di quella che è l'eterna lotta tra Amore, che è Vita, e la Morte.
Per gli appassionati del genere, questo è un libro che deve stare nella vostra libreria, accanto ai libri della scrittrice Susan Vreeland, perchè no.


Qui un emozionante booktrailer realizzato da Rossella Sicilia

In libreria dall'11 Aprile, oppure online qui


2 commenti:

  1. Una recensione che rispecchia i colori, i profumi, le atmosfere e le passioni del romanzo. E' una grande emozione leggerla...grazie infinite!

    RispondiElimina
  2. Grazie per avere scritto un libro meraviglioso.

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."