venerdì 7 novembre 2014

La Fattoria delle Magre Consolazioni di Stella Gibbons

In questo libro c'è tutto il gusto dei sapori che appartengono a tempi remoti, dove forse si viveva meglio.
"La Fattoria delle Magre Consolazioni" di Stella Gibbons è una storia delicata, a tratti divertente, ironica leggera, a tratti più profonda e incline alle riflessioni. Il titolo in originale è "Cold Comfort Farm", che tradotto letteralmente sarebbe "fredda comoda fattoria", e questo la dice già molto lunga (come del resto anche il titolo in italiano).
Una lettura scorrevole che ancora non riesco a capire se mi sia piaciuta o no: la lettura è stata molto piacevole ma sono dubbiosa nell'esprimere un  giudizio totalmente convincente circa il libro in sè. Detto questo, lo consiglio comunque, in modo che ognuno possa formare la propria opinione in merito (infatti, ad altre persone è piaciuto moltissimo).

Il romanzo fu pubblicato per la prima volta nel 1932 e divenne un immediato bestseller, tranne che in Irlanda, da cui fu bandito per l'esplicita approvazione delle pratiche contraccettive. Nel '34 vinse il Prix Femina Vie Heureuse, un premio prestigioso e più volte è stato adattato dalla BBC per la televisione e la radio, tanto è vero che nel 1995 è divenuto un film per la regia di John Schlesinger.
"La Fattoria delle Magre Consolazioni" narra le vicissitudini, a tratti rocambolesche, di una giovane ragazza, Flora Poste, educata in modo eccellente ma che ha un grande difetto: non sa guadagnarsi da vivere.
Rimasta orfana a vent'anni decide di andare a vivere presso lontani parenti alla Fattoria delle Magre Consolazioni nel Sussex.
I parenti sono dei folli, personaggi eccentrici, la fattoria è sgangherata e in rovina, le mucche hanno nomi come Rozza e Senzascopo, ma con l'arrivo di Flora Poste qualcosa comincerà a cambiare alla Fattoria delle Magre Consolazioni...


Scheda libro
Titolo: La Fattoria delle Magre Consolazioni"
Titolo originale: Cold Comfort Farm
Editore: Astoria
Traduttore: Bruna Mora
Pagine: 287
Pubblicazione: 2010
ISBN: 9788896919002
Prezzo: € 17
Puoi averlo qui

Pillole biografiche
Stella Dorothea Gibbons (5 gennaio 1902 - 19 dicembre1989), scrittrice, giornalista e poetessa britannica, si diplomò in giornalismo alla London University nel 1923

Altri romanzi pubblicati dell'autrice:
I segreti di Sible Pendel (Astoria 2012)
Lo scapolo (edizioni Elliot, 2014)

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."