Pezzi di vita

Pezzi di vita

martedì 24 novembre 2015

La voce delle onde di Yukio Mishima

Adoro Yukio Mushima e vorrei ricordare "La voce delle onde", letto qualche anno fa, ma non recensito. Colgo l'occasione di poterlo fare ora e "in diretta".
Gli autori giapponesi hanno una caratteristica che li accomuna: riescono a raccontare le ombre e le paure dell'animo umano con una naturalezza, limpida, trasparente che a noi occidentali ci riesce difficile, tant'è che la raccontiamo sempre in maniera contorta, sottraendoci a volerla svelare nei particolari, né ci addentriamo più di tanto in profondità. Come ho notato anche in Murakami, gli scrittori del Sol Levante, hanno una certa dimestichezza a parlare di morte e tristezza, perché le accettano come faccia di una stessa medaglia. Sia ne "La voce delle onde" che "Neve a Primavera" ( letto in ebook, ma vorrei comprarlo e rileggerlo su carta) sono libri intrisi di malinconia, una malinconia velata nel primo e che si fa dirompente ed intensa nel secondo fino a dissolversi nella tristezza.
In particolare, "La voce delle onde" è di una poeticità disarmante, le descrizioni dei paesaggi non sono finalizzate a una semplice esposizione degli elementi che vi ricorrono, ma Mishima ce li fa proprio vivere in prima persona...sfoglio le pagine, rileggo qualche frase e la brezza marina mi accarezza le gote... Lo scenario che questo scrittore ci ha donato è, a mio avviso, stupefacente: la vita di un villaggio di pescatori giapponesi densa di fatica e sacrifici, di uscite con il mare in tempesta, la pesca delle perle, la quotidianità semplice e spontanea. In tutto questo si inserisce la storia d'amore dei due giovani protagonisti, Shinji e Hatsue, e i loro incontri su al Tempio di Yashiro, che dall'alto del monte domina l'isola del canto, come la chiamano i suoi abitanti.
Ho amato questo libro ❤
Credo proprio che valga (almeno) una rilettura...

2 commenti:

  1. totalmente d'accordo... uno dei libri che amo di più da sempre, letto più di 20 anni fa...

    RispondiElimina
  2. Ho amato questo libro e vorrei tanto approfondire questo autore. Spero di leggere altro di suo quest'anno!

    RispondiElimina

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."