Pezzi di vita

Pezzi di vita

sabato 4 giugno 2016

"Lettere appassionate" di Frida Kahlo



Le lettere raccolte in questo prezioso volume sono straordinarie perchè permettono di scoprire l'intimo sentire di una donna straordinaria: la pittrice messicana Frida Kahlo (1907-1954),  oggi considerata tra le più significative artiste del ventesimo secolo.

In una serie di lettere, Frida racconta la sua vita, la sua arte, le sue tragedie (la poliomelite contratta da piccola e l'incidente stradale che, diciottenne, la rese invalida costringendola a continue operazioni), i suoi sogni e i suoi amori: la sua passione per Alejandro, il lacerante rapporto con l'artista Diego Rivera, la sua adesione al marxismo. Il libro è arricchito da un ampio apparato iconografico, in bianco e nero.

Ho letteralmente divorato questo libro, dopo diversi mesi in cui ho purtroppo sperimentato il classico "blocco da lettrice". Sono felice di essere ripartita con una Donna per me esemplare, forte ed unica com'è Frida Kahlo.
Ogni lettera ci fa vivere da vicino gli incontri più importanti della sua vita e il suo amore sconfinato e visionario per la pittura. Sono lettere cariche di passione, dolore, entusiasmo, solitudine, rabbia, malinconia, tenacia, rappresentano il suo autoritratto (il genere che lei amava dipingere) fatto di parole anzichè di pennellate e colori.
Consigliere di leggere queste magnifiche ed intense lettere dopo aver letto una biografia della pittrice per avere una visione completa e generale di quella che è stata la sua vita, fatta sì di sofferenza, molta, ma anche di soddisfazioni e forza di andare avanti.
Potreste leggere la biografia di Rauda (che ho letto ma non recensito, lo farò perchè ho intenzione di rileggerla) o la recente biografia di Hayden Herrer, storica dell'arte, uscita a fine aprile per Neri Pozza e che non vedo l'ora di leggere.
Ogni biografia coglie un aspetto diverso del protagonista, e se la protagonista è Frida Kahlo io non mi sazierò mai di saperne di più.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."