Pezzi di vita

Pezzi di vita

mercoledì 14 dicembre 2016

"La stanza di Antonia e Emma" di Rossella Lovascio


«(...)  Perchè la poesia, non è vero, ha questo compito sublime: di prendere tutto il dolore che ci spumeggia e ci romba nell'anima e di placarlo, di trasfigurarlo nella suprema calma dell'arte, così come sfociano i fiumi della vastità celeste del mare. (...)»
- pag. 68 "Nella stanza di Antonia e di Emma", Rossella Lovascio

Antonia Pozzi, poetessa e fotografa, nacque a Milano il 13 febbraio del 1912 e morì suicida il 3 dicembre del 1938, a soli ventisei anni.
foto da tropismi.it
Nutro un amore viscerale per la sua poesia, per la sua anima sensibile oltre ogni confine, per la tenacia nell'essere ottimista e sorridente.
Una giovane donna che non riusciva a concretizzare i suoi sogni, avvinghiata dai rovi che essa stessa aveva fatto nascere.

Nella stanza segreta la poetessa Antonia Pozzi racconta al fantasma della zia Emma che, a sua volta, giovanissima si tolse la vita, la tragica storia d’amore con Antonello Cervi, suo professore nel Liceo Manzoni di Milano.
Attraverso le parole delle lettere, il lettore può cogliere i mutamenti psicologici, la dolorosa incapacità di vivere che segnarono giorni e sentimenti della protagonista, fino al rifiuto totale dell’esistenza.

"La stanza segreta di Antonia e di Emma" di Rossella Lovascio, mi ha irretito, è scritto con maestria ed eleganza, e lo trovo davvero completo per capire a fondo la triste vicenda che ha coinvolto la Pozzi, "...nell'età inquieta in cui tutto il nostro essere sboccia e anela alla vita, in cui ogni influenza esterna lascia nell'anima una traccia indelebile, in cui ci torturiamo ricercando l'inizio della nostra via e l'indirizzo del nostro cammino nel mondo".
L'autrice ci conduce per mano attraverso le pagine più significative della vita di Antonia Pozzi e come un'abile ricamatrice tesse i fili della narrazione riportando brani tratti dalle lettere scritte da Antonia e racconta la sua storia commovente fino al tragico epilogo. Una storia ammantata di poesia, che ho fatto fatica ad abbandonare tanto è stata emozionante la lettura, un piccolo libro che per me è un capolavoro e che consiglio a tutti coloro vogliono conoscere o approfondire la conoscenza di questa grande anima poetica del Novecento femminile.

Pillole biografiche
Rossella Lovascio è nata e vive a Bari.
Docente di lettere negli Istituti Superiori, attualmente dirige un laboratorio di scrittura creativa per l'Università della terza età. Si è occupata di autori del Novecento tra cui Milena Milani e Antonia Pozzi. Ha pubblicato diversi romanzi il cui tema di fondo è la ricerca spasmodica dell'io che vive in una realtà deformata dal quotidiano. L'ultimo libro, pubblicato per le Edizioni dal Sud, "La stanza segreta di Antonia e Emma", è del 2005. [breve biografia tratta da progedit.com]

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."