Pezzi di vita

Pezzi di vita

domenica 25 dicembre 2016

"La vita e le avventure di Babbo Natale" di L. Frank Baum

"Portava i giocattoli ai bambini perché erano piccoli e indifesi, e perché li amava. 
Sapeva che i bambini migliori ogni tanto si comportavano male, e che quelli cattivi spesso erano buoni. 
Così stavano le cose con i bambini, in tutto il mondo, e lui non avrebbe cambiato la loro natura nemmeno se avesse avuto il potere di farlo."




Premetto che ho un debole per L Frank Baum, l'autore de "Il Mago di Oz", la mia favola preferita in assoluto, e in "La vita e le avventure di Babbo Natale" non si è per niente smentito.
Questo è un piccolo capolavoro letterario che ogni appassionato lettore dovrebbe leggere.
L'ho letto tutto d'un fiato, la scrittura è fluida e coinvolge il lettore in un'atmosfera che si fa magica, ma al contempo è reale, sincera, vera; poi a un certo punto ho provato quella classica sensazione che solo chi ama davvero i libri riesce a capire: una sorta di irrefrenabile malinconia che non voleva farmi finire il romanzo, per non "lasciarlo andare". Ora ho un altro libro al quale sono affezionata.
Non aspettatevi la classica storiella di Natale, perchè la fantasia di Frank Baum è davvero sconfinata, e credo che non sia soltanto immaginazione...

Abbandonato nella magica foresta di Burzee, Santa Claus è un bambino come tutti gli altri. Ma ninfe, elfi e fate lo adottano e, sotto la tutela di Ak, il Signore delle creature dei boschi, Claus impara che tutte le vite umane sono sacre, meritano rispetto e vanno premiate. Scritto da uno dei più famosi e importanti autori per l'infanzia di sempre, padre de Il Meraviglioso Mago di Oz, è la narrazione di come Babbo Natale è diventato Babbo Natale. Il tutto attraverso una serie di avventure che ricordano le pagine più celebri dell'autore di Oz, il suo immaginario sgangherato e creativo, i suoi personaggi malinconici e positivi. Perché si appendono le calze? Come sono state arruolate le renne? Perché Babbo Natale scivola giù dal camino?E come è stato creato il primo albero di Natale? Il libro, oltre ai personaggi della tradizione, è costellato da numerose altre figure di perdenti che qui trovano un riscatto. Baum trasmette in queste pagine tutto il suo amore per la natura e per la pace. La sua è una storia rivolta ad adulti e bambini, perché imparino a lasciare il mondo in condizioni migliori di quelle in cui lo hanno trovato.


foto da qui
Frank Baum (1856-1919) nasce a New York. Sognatore e figlio di un ricco uomo d'affari che aveva fatto fortuna coi pozzi petroliferi, Baum passa l'infanzia nella residenza di Rose Lawn, un paesaggio quasi incantato. Il padre gli regala una pressa tipografica e Baum inizia a stampare le prime riviste e a interessarsi alla scrittura. Le sue passioni sono numerose. Al teatro è dovuto il suo primo fallimento economico. Fin anzi a costumi e scene di una compagnia teatrale che gli promette una parte da protagonista, salvo poi truffarlo. Nel 1888 si trasferisce nel Dakota del Sud. Qui apre un negozio, il Baum's Bazaar. Ma i continui crediti concessi ai clienti lo portano alla bancarotta. Si trasferisce a Chicago, dove fa il reporter e il venditore di porcellane porta a porta. Poi arriva l'improvviso successo letterario. A inizio novecento scrive Il Meraviglioso Mago di Oz, libro che lo consacrerà definitivamente. Il libro diverrà anche un musical, replicato a Broadway dal 1902 fino al 1911.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."