giovedì 19 gennaio 2017

"Come sono nate le stelle" di Clarice Lispector

In "Come sono nate le stelle" Clarice Lispector, una delle più importanti scrittrici del Novecento, racconta, mese per mese, storie e leggende della sua terra, il Brasile.
Dodici leggende brasiliane scritte per i bambini, ma così raffinate che si rivolgono anche ad un pubblico adulto.  Dodici storie alle mi sono affezionata: inoltre, alla fine di questo volume sono contenute tre storie "quasi vere" che Clarice Lispector racconta tutte d'un fiato rivolgendosi ai bambini, poche virgole e qualche punto, quasi come le stesse raccontando a voce.

Inizialmente devo ammettere che non riuscivo a comprendere a fondo queste fiabe, nonostante la terra brasiliana sia un luogo a me caro. Man mano però che proseguivo la lettura, queste storie, che dapprima mi sembravano strampalate, mi hanno irretito e piacevolmente fatto scoprire cose che non conoscevo, miti da approfondire, nessi con la cultura europea (come ad esempio la festa di S. Giovanni che si celebra a giugno, con l'unica differenza che da noi è estate e in Brasile è inverno!) e, soprattutto, ho visto sotto una luce nuova l'autrice. La mia iniziale ritrosia è dovuta proprio al fatto che fossi "abituata" ad uno stile narrativo diverso di Clarice Lispector, per cui abbandonati i pregiudizi, mi sono lasciata trasportare nelle atmosfere calde e magiche del Brasile, terra dei miei avi lontani e che vorrei un giorno visitare.
Nel ritmo di una stagionalità australe, ad ogni mese è dedicata una storia che vi farà a volte riflettere, a volte sorridere, altre ancora commuovere.
Sono storie che profumano di caffè bollente e patate dolci, sono storie di foreste e di fiumi, di rane scaltre e stupidi avvoltoi, di tartarughe tenaci più furbe che lente, di bambini che son come stelle, di popoli indigeni, di pantere che salgono in cielo aggrappandosi a una liana, nani diabolici e fanciulle ammaliatrici.
Fiabe che incantano chi le legge ad alta voce e chi le ascolta.....

Dalla trama:
È tutto un campionario colorato e antropomorfo di avvoltoi scemi, di rospi furbi, di uccelli ciarlieri; e accanto agli animali, i tanti personaggi di un immaginario fiabesco, che per essere brasiliano non è meno universale: quel Pedro Malazarte, cugino sudamericano del nostro Giufà, che fa la sua fortuna trascinandosi in spalla una porta, unica eredità del padre; o quella Yara sirena di fiume, avvenente e perfida indigena, che irretisce i giovani del villaggio innamorandoli perdutamente per trascinarli con sé nei gorghi più profondi; o, su tutti, quel Saci-Pererê, dispettosa e bislacca creatura della foresta, sempre in cerca di tabacco, col suo berretto rosso e la pipa in bocca. E il ciclo si chiude – ultima sorpresa – con l’incantata epifania di un Natale caldo in un dicembre solare.

Pillole biografiche
foto da qui "Sulle tracce di Clarice Lispector" SUR
Clarice Lispector, nata nel 1920 in Ucraina (Chechelnyk, 10 dicembre 1920 – Rio de Janeiro, 9 dicembre 1977) è stata una scrittrice, giornalista e traduttrice brasiliana.
E' nata in una famiglia russa emigrata in Brasile, ha vissuto la sua esperienza di intellettuale cosmopolita facendo sempre riferimento alla sua Rio de Janeiro. Considerata unanimemente la più grande scrittrice brasiliana del Novecento, ha pubblicato numerosi romanzi e diverse raccolte di racconti, oltre che testi teatrali e articoli per giornali e riviste; ha inoltre firmato numerose traduzioni d’autore, lavorando assiduamente fino alla morte, avvenuta nel 1977. Tra i suoi libri tradotti in italiano ricordiamo Legami familiari, Le passioni del corpo, L’ora della stella, Vicino al cuore selvaggio.




Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."