Affinità

Affinità
“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.” - Virginia Woolf

venerdì 1 giugno 2018

"L'altra verginità" di Ferdinanda Vigliani

"C’è, a saperla vedere, una sapienza antica – percorre le fiabe, i miti, l’arte, le filosofie e le religioni – che di questa preziosa energia è consapevole e ne fa narrazione. Narra lo straordinario, avventuroso, pericoloso passaggio dall’infanzia all’età adulta".


Differenza e differenze è la collana di Rosenberg & Sellier che accoglie L'Altra verginità" di Ferdinanda Vigliani", un libro che ha fatto nascere in me un profondo entusiasmo che spero di trasmettere attraverso la forma scritta delle parole.

La scrittrice prende in esame quel periodo che va dalla fine dell'infanzia e l'inizio della età adulta, un periodo carico di trasformazioni, non solo esteriori più visibili, ma anche interiori.
La verginità di cui si occupa la Vigliani, non è un particolare anatomico, non si fa riferimento al dato fisico, ma al dato emotivo, psicologico ed immaginario.
Si tende a banalizzare questa fascia d'età, a catalogarla come la fase della "tempesta ormonale", ma non è così fino in fondo, non si tratta solo di questo. Nel libro si fa riferimento non solo alle femmine, ma anche ai maschi, la questione riguarda tutti anche se ci si sofferma sull'universo femminile, e la verginità non è elemento incentrato sull'età, infatti l'autrice sostiene che l'altra verginità si può perdere, ma si può anche ritrovare nel corso dell'esistenza. E' una verginità intrisa di ideali, sogni, ambizioni, ispirazioni, scelte che richiedono coraggio.
La verginità è dunque intesa come il terreno sul quale seminare la luce per creare un futuro luminoso alla scoperta dei propri talenti interiori e delle proprie vocazioni, senza l'interferenza di modelli precostituiti, allontanandosi dai ruoli predefiniti dalla famiglia e dalla società nel suo complesso. Particolarmente interessante è il capitolo "Le religioni e le narrazioni antiche", pagine che si aprono con i versi di Dante dedicati alla Madonna, passando per i culti della Grande Madre, alla Dea Inanna, all'amore irriducibile di Antigone, fino ad arrivare a Giovanna d'Arco.

La vera perdita della verginità è intesa come quello stato in cui ognuno di noi perde di vista se stesso e le sue ambizioni, dissipa quel luccichio speciale che ha negli occhi, quando pian piano sbiadisce ed è obbligato a conformarsi alla società senza dare spazio alle proprie inclinazioni autentiche. La scrittrice ci fa partecipi proprio di questa perdita, così come anche della riscoperta dell'altra verginità, attraverso anche testimonianze e archetipi presi dalle fiabe e dalla mitologia greca, raccolti in questo prezioso volume.
Ci sono persone che riescono a ritrovare quella straordinaria energia e altre che sono riuscite a non perderla, che l’hanno conservata nel corso dell’età adulta e persino nella vecchiaia, cioè nel corso di tutta quell' unica e affascinante esperienza che è una vita umana.
E' un libro percorso da una forte energia, fonte di ottimismo, di fiducia, di insegnamenti e riflessioni da condividere e trasmettere.
Una lettura per tutti, ma che consiglio di cuore a ogni donna, e soprattutto a ogni educatore/educatrice.

Pillole biografiche
Ferdinanda Vigliani, attiva nella politica e negli studi delle donne dall'inizio degli anni Settanta, è autrice di testi teatrali e regista televisiva.
Nel 1995 è tra le fondatrici del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile e nel 2006 di ArDP (Archivio delle Donne in Piemonte). Per Rosenberg & Sellier ha pubblicato "Non è per niente facile. La relazione tra i generi all'età del primo amore" (2003).


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."