"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo

"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo
clicca sulla foto

sabato 4 maggio 2019

"Petali" di Guadalupe Nettel

lalocandadeilibri
ph lalocandadeilibri
Un fotografo parigino ritrae esclusivamente le palpebre delle persone, prima che subiscano un intervento di chirurgia plastica; un uomo e una donna si spiano attraverso il vetro di una finestra; un anziano marito visita ogni domenica il giardino di Aoyama per sfuggire ai lavori domestici imposti dalla moglie e, ogni volta guardando le piante, trova sempre più affinità con i cactus; una ragazzina in cerca della Vera Solitudine e del paradiso sulla spiaggia di Santa Helena; un annusatore seriale insegue attraverso gli odori le tracce della sua amata nei bagni pubblici; una donna in una clinica decide di tenere un diario e comincia a scrivere.
Sono questi i personaggi descritti in "Petali" di Guadalupe Nettel (trad. Federica Niola, LNF), racconti molto intriganti ed originali.
La scrittrice messicana, classe 1973, ricama storie di anomala bellezza perchè riesce a cogliere particolari intimi della vita delle persone e ce li presenta con una delicatezza che è insieme profondità disarmante, trasformando anche gli argomenti più grotteschi o spinosi in qualcosa che merita di essere guardato e considerato. Come sembra suggerirci l’autrice, è proprio in questa zona grigia, al confine tra l’armonia e la deformità, che risiede la vera bellezza.
E' lì che la Nettel pone luce, ed è lì che il lettore si sofferma, talvolta con una morsa che stringe lo stomaco, un nodo in gola e un pò di rossore sul viso per l'imbarazzo.
La scrittrice pone l'accento su quei dettagli singolari, sulle anomalie che la maggior parte del mondo fa finta di non vedere, che hanno la capacità di rendere uniche le persone, le loro esperienze di vita e, di conseguenza, le loro emozioni. Sono storie scomode e per questo insolite.
Leggere queste pagine è stato come gettare lo sguardo su una crepa e vederci la vita, qualcosa che non può essere perfetto, ma che va bene così come il Destino ce l'ha posta in dote.
"Petali" di Guadalupe Nettel è un elogio al disincanto, alla purezza delle cose, alla insolita difformità dal consueto, eppure la scrittrice non viene a raccontarci di storie desolate nel tentativo pietoso di curare le ferite dei protagonisti: lei ci regala la bellezza pura delle cose così come esse sono, ed è per questo che sono racconti scomodi, sono storie non scontate dal lieto fine.
Con una scrittura asciutta e lineare, ogni racconto è stato scritto con parole ruvide e persistenti, con la chiara intenzione di rimanere a lungo nei ricordi di chi li leggerà.

lalocandadeilibri
ph lalocandadeilibri

Più guardavo i cactus, più li capivo. Di sicuro si sentivano soli in quella grande serra, incapaci di comunicare tra loro. I cactus erano gli outsider della serra, outsider che non condividevano altro se non il fatto di essere tali e, quindi, di stare sulla difensiva. “Se fossi nato pianta,” riconobbi tra me e me “sarei appartenuto senz’altro a questo genere.”




Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."