"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo

"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo
clicca sulla foto

venerdì 28 giugno 2019

"Dove aspetta la tempesta. Un pirata sulla rotta di Calico Jack" di Carla Marcone

Di pirati, di baie e di mare, una nuova avventura letteraria che mi regalato spensieratezza.

"Dove aspetta la tempesta. Un pirata sulla rotta di Calico Jack" di Carla Marcone è uno di quei libri che ti fanno dimenticare dove sei, la lettura di queste pagine mi ha trasportato verso luoghi lontani e carichi di mistero...

Mai avrei pensato che un romanzo d'avventura mi sapesse catturare con tale frenesia, è sicuramente una di quelle letture da fare sotto l'ombrellone tra un tuffo e l'altro, quando si ha bisogno di leggerezza, ma senza rinunciare alla sostanza.

La Marcone, come pure in "Teresa Filangieri", strizza l'occhio alla Storia e tesse racconti con eleganza e precisione, il lettore attento e attivo non può non notarlo, utilizza una scrittura dallo stile raffinato, seppur a volte crudo, diretto, veritiero, senza necessità di inutili orpelli narrativi.

Siamo a Plymouth, alle soglie del Settecento. Dalle alte scogliere, Hey e Hasim, due amici inseparabili nella buona così come nella cattiva sorte, contemplano la baia, sognando una vita per il mare, al quale sentono di appartenere.
Quando nel porto ormeggia la maestosa Adventure Galley, il loro sogno sembra concretizzatsi. Ma si sa, il Destino non ci mette nulla a cambiare le carte in tavola...
Tra bucanieri in cerca di tesori misteriosi e corsari avidi, tra saccheggi e omicidi, scopriremo molto sulle vite dei protagonisti, sui loro segreti che di certo provocheranno riflessioni profonde.

"Dove aspetta la tempesta" è il romanzo adatto a chi ama l'avventura, ma contiene in sé una storia che va anche al di là dell'avventura stessa, perché l'autrice sente il bisogno di innestare su tale filone narrativo svariati temi: l'amicizia, il tenere fede ai patti, l'amore materno, l'accettazione, l'inadeguatezza nei confronti degli altri, la forza di credere nei desideri, la fatica della povertà, il coraggio di affrontare il passato o lasciarselo alle spalle e guardare con fiducia il futuro.
Letto in questo periodo devo ammettere che è davvero l'ideale.


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."