"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo

"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo
clicca sulla foto

giovedì 20 giugno 2019

"Vita su un pianeta nervoso" di Matt Haig

"C'è un solo cantuccio dell'universo che uno può essere certo di rendere migliore, e questo è il proprio io"
Aldous Huxley, "Il tempo si deve fermare"

pag. 377 Vita su un pianeta nervoso, M. Haig


 "Vita su un pianeta nervoso" di Matt Haig, autore anche di "Come fermare il tempo", è un libro profondamente sincero, scritto con una spontaneità disarmante, dove l'autore si mette a nudo esternando i suoi problemi passati di attacchi di panico e ansia.
A metà tra il saggio e l'autobiografia (per pochi aspetti della vita dell'autore), queste pagine sono illuminanti e rincuoranti. Haig ci racconta, anche se è sotto gli occhi di tutti, di quanto e di come la tecnologia sia diventata deleteria nella società attuale, dove essere multitasking e fare soldi sembra essere l'unico ed esclusivo obiettivo.
Si riflette sull'ansia, sul tempo che scorre troppo velocemente senza davvero viverlo, sull'apparenza dei social, sulla gratificazione illusoria e temporanea dei like, sullo shock psicologico delle notizie dei TG a cui tutti siamo sottoposti h24, sull'attuale mondo del lavoro e non solo.

Viviamo effettivamente su un pianeta nervoso, tutti di corsa e sempre impegnati senza la consapevolezza di fermarsi e chiedersi cosa si sta davvero facendo della propria vita, se con la nostra condotta possiamo essere nocivi per il pianeta e il prossimo, pensiamo alle multinazionazionali, di come con l'avvento di Internet e poi degli smartphone anche le relazioni siano profondamente mutate: siamo tutti reperibili, sempre online notte e giorno, chini con la testa sullo schermo anziché alzare gli occhi e ammirare il cielo, si conversa più tramite cellulare che faccia a faccia.
Un mondo che è in continuo decadimento.
"... i like su Facebook sono quelli che permettono ai data miner di capire chi siamo. I like  che distribuiamo in rete rivelano tutto, dall'orietamento sessuale alle idee politiche, e possono essere raccolti per influenzarci meglio"
Come si può essere davvero felici nell'epoca attuale? Come si può porre un freno o un rimedio a questa età contemporanea super-tecnologizzata? COME RESTARE UMANI?
L'autore si pone e ci fa porre quesiti di questo tipo, per fortuna ci mette in guardia e ci mostra comunque la luce in fondo al tunnel, offrendoci una sorta di vademecum di sopravvivenza verso le pagine finali e, comunque, consigli ad ogni capitolo.
"Vita su un pianeta nervoso" di Matt Haig è un libro che si legge massimo in due giorni, scritto di cuore, ho proprio avuto questa netta impressione, come se l'autore volesse fare un dono a tutti noi.
Da rileggere spesso.



Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."