"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo

"Le Impressioni di Berthe" di Stella Stollo
clicca sulla foto

lunedì 5 agosto 2019

"Maternità" di Sheila Heti


«Se voglio figli o meno è un segreto che nascondo a me stessa: è il più grande segreto che nascondo a me stessa».

ph lalocandadeilibri.com

"Maternità" di Sheila Heti è un lunga riflessione, attuale e provocatoria, su uno dei quesiti più importanti nella vita di una donna: avere o non avere figli?

In queste pagine che oscillano tra il romanzo autobiografico e il saggio intimo, Sheila si avvicina ai quarant'anni e comincia a notare che la maggioranza delle sue amiche sta considerando la possibilità di avere un figlio o lo ha già avuto.

La narratrice è aggrovigliata in una matassa indistricabile di dubbi e indecisione, e allora affida le sue domande esistenziali al lancio delle monete, in cerca delle sue personali risposte.
Per buona parte del libro risulterà incoerente e profondamente contraddittoria, fino alla decisione definitiva che a me è non è parsa una scelta davvero convinta, quanto piuttosto una rassegnata decisione relegata allo scorrere del tempo, scelta assolutamente condivisibile, ma avrei voluto leggere più convinzione e sicurezza. Si confronta con il compagno, le amiche, i medici, fatica a trovare una risposta che le sembri giusta, saggia, moralmente accettabile.
Soprattutto, come leggiamo dalla quarta di copertina, "la sconvolge il destino già scritto in ogni giovane donna, quello di un imperativo culturale e naturale a cui è impossibile sottrarsi.
Heti si aggira in un territorio ostile e poco esplorato, alla ricerca di una nuova maturità come artista e come donna".

Un libro emozionante "Maternità" che mette in luce tutti gli aspetti che ruotano attorno a tale scelta, anche quelli più in ombra che le stesse madri non rivelano con facilità, anteponendone solo il lato gioioso e luminoso.
Il desiderio di maternità è infatti un insieme di forze, sentimenti e situazioni contrastanti che non riguardano solo la procreazione, la famiglia, l'essere o il diventare padre e madre, i figli, ma uno spazio interiore più intimo e profondo. Un periodo costellato di continue decisioni da prendere da quelle più piccole, banali e semplici a quelle più importanti e irreversibili.

Una lettura intensa, fatta tutta d'un fiato durante un temporale estivo, una lettura che sa farsi decisamente ricordare.


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."