Letture di gennaio

mercoledì 2 settembre 2020

"Scrivere con l'inchiostro bianco" di Maria Rosa Cutrufelli



Uno dei libri più belli letti nell'ultimo periodo (e nella mia vita) è "Scrivere con l'inchiostro bianco" della geniale e bravissima Maria Rosa Cutrufelli, narratrice e saggista.
Questo piccolo prezioso volume di neppure 160 pagine è uno scrigno di parole e di saperi.
Ma andiamo con ordine.
Perché questo titolo? A cosa si riferisce l'inchiostro bianco?
La Cutrufelli rende omaggio alla scrittrice Hélène Cixous, e alla sua opera “Il riso della Medusa”, infatti come sottolinea la Cutrufelli "Hélène Cixous sostiene di volere una scrittura nuova – insorta – che si riappropri del corpo censurato delle donne, è possibile, dice, perché le donne scrivono con l’inchiostro bianco, cioè con la memoria del latte materno. Nella parola come nella scrittura femminile non cessa mai di risuonare la prima musica, la prima voce d’amore che ogni donna custodisce viva…”.
Ho amato visceralmente questo libro perché non si sofferma solo sulla scrittura, ma attraverso questa forma d'arte, intima e catartica, indaga la condizione, se così vogliamo definirla, della donna attraverso i miti come Demetra e Persefone, attraverso l'antica e sempre attuale Antigone e ci parla anche di sesso, genere e razza, di scritture del sé, l'autrice si e ci interroga su domande antiche: perché si scrive? esiste una scrittura femminile? E quindi, l'appartenenza a un genere sessuale influenza sulla parola scritta e sull'arte del racconto? L'autrice dà le sue risposte attraverso riflessioni e confronti con scrittori e critici e lo fa senza intavolare ideologie e militanze, ma mette in campo l'autobiografia e l'esperienza partendo proprio dalla vita vissuta fino ai miti fondativi della nostra cultura.
Lo fa raccontando una storia, meravigliosa e unica. 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."