giovedì 10 dicembre 2020

Clarice Lispector: spunti di lettura


 (Foto da Google)

"La parola è il mio dominio sul mondo"

In occasione oggi 10 dicembre, del centenario dalla nascita desidero condividere con voi questi spunti letterari.

Come primo approccio a tale penna meravigliosa, vi consiglio di partire dai suoi Racconti, proprio per cominciare ad assaporare la sua immensa profondità e genialità, la sua scrittura infatti procede per espansione, è “Acqua viva” alla quale non è posto confine alcuno, penetra nella sostanza delle cose e al contempo assurge a caratteristiche universali evaporando in "Un soffio di vita”, per avvolgerci interamente.

📖✨❤

Altra opera da cui poter cominciare (o continuare ad amarla) è il suo romanzo d’esordio “Vicino al cuore selvaggio” del 1944, scritto in giovane età e che l’ha consacrata come scrittrice talentuosa, nel quale si racconta di Joana, la protagonista di questo romanzo, di lei bambina, poi una ragazza, poi una donna. Tutto in lei affiora da «percezioni troppo organiche per essere formulate in pensieri», come in una Virginia Woolf amazzonica, arruffata e vagamente stregonesca, per citare il risvolto della copertina Adelphi.

📖✨❤

Un altro consiglio, per poter assaporare una Lispector totalmente inedita è “Come sono nate le stelle” una raccolta di storie e leggende del Brasile, terra e lingua da lei scelte che per osmosi le hanno modificato il sangue originario, che la scrittrice sembra ci stia narrando a voce, facendoci conoscere un varipinto scenario di personaggi e archetipi, un po' strampalati rispetto a quelli ai quali siamo abituati.

📖✨❤

Naturalmente, vi consiglio di leggere tutti i suoi libri, anche quelli apparentemente introvabili, per apprezzarla pienamente, nelle sue opere c'è un messaggio di fondo che le pervade tutte e le lega con un immaginario e passionale filo rosso: con la scrittura la vita prevale sulla morte, e questa sfumatura vibra più che mai nel cuore selvaggio di Clarice Lispector ed è soprattutto per questo che le sono grata e la amo.

"Scrivere è cercare di capire, è cercare di riprodurre l'irriproducibile, è sentire fino all'ultima estremità la sensazione che altrimenti rimarrebbe vaga e soffocante. Scrivere è anche benedire una vita che non è mai stata benedetta."

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi cosa ne pensi...

I consigli di Nina Sankovitch

COME LEGGERE TUTTO IL GIORNO

Avere sempre un libro con te
Leggi mentre sei in attesa
Leggi mentre si mangia
Leggi durante l'allenamento
Leggere prima di dormire
Leggere prima di alzarsi dal letto
Leggi invece di aggiornare FB
Leggi invece di guardare la TV
Leggi invece di passare l'aspirapolvere
Leggi mentre passi l'aspirazione
Leggi con un gruppo di lettura
Leggi con il tuo bambino
Leggere con il vostro gatto
Leggi per il vostro cane
Leggere su un programma
Avere sempre un libro con te
di Nina Sankovitch

Avvisi


Disclaimer per contenuti blog
"La Locanda dei Libri" prende ispirazione dalla Locanda Almayer del libro "OceanoMare" di Alessandro Baricco. Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email lalocandadeilibri@libero.it. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Ringraziamo il sito www.web-link.it da cui abbiamo tratto lo sfondo.
La legge sul diritto di autore (633/1941) come modificata dal d.lgsl. 68/2003, prevede all'articolo 70 che: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."